Annalì Rainoldi

Diataraxia noctuidae
Ideazione, coreografia, danza: Annalì Rainoldi
Musiche: Fratres Beats Antique, Silent Night Lisa Hannigan, Aa Vv
Disegno luci: Nicolò Cameroni

Uno studio sull’essere, in un determinato tempo, luogo e stato. Protagonista di un paesaggio deserto e silenzioso un’entità femminile che nel suo vagare nomade ricorda il volo della diataraxia, una farfalla notturna. Come un pensiero frusciante che dispone e misura lo spazio senza soffermarsi, lei scardina il senso dei luoghi, il loro orientamento spaziale e simbolico. L’accelerando è il suo tempo e la trasformazione la sua ragione d’essere. La domanda che ispira questa nuova creazione è: che suono hanno i pensieri quando si vive in uno stato di totale perturbabilità? Di-ataraxia qui evolve nel significato di negazione dello stato di imperturbabilità. L’atarassia secondo epicureismo e scetticismo è quella condizione esistenziale ideale caratterizzata da assoluta imperturbabilità di fronte alle passioni e, perciò, esente da ogni dolore (letteralmente “assenza di agitazione”). Che suono ha il respiro durante il risveglio dei ricordi? In che direzione si spinge il corpo alla ricerca della propria memoria?

Annalì Rainoldi
Dopo il soggiorno Erasmus a Parigi presso l’Université Sorbonne Nouvelle si dedica alla ricerca sui linguaggi delle arti performative. Nel 2005 consegue la laurea con lode in Scienze Umanistiche per la Comunicazione, indirizzo Teatro e Spettacolo presso l’Università degli Studi di Milano, esponendo una tesi sulla ricerca del coreografo americano Merce Cunningham. Si diploma alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano nel 2007, indirizzo Teatrodanza, sotto la direzione di Marinella Guatterini. Durante gli anni di accademia danza negli spettacoli ideati e diretti da Luciana Melis, Sarah Taylor, Cho Ming e Susanna Beltrami. Nel 2007 partecipa alla sezione arte della Biennale di Venezia esibendosi come performer diretta dal regista Beat Kuert. Negli stessi anni collabora e prende parte agli spettacoli diretti da coreografi internazionali quali Lucinda Childs e Emio Greco. Dopo il diploma è accolta come stagista presso Virgilio Sieni a Firenze e Ariella Vidach a Milano. Dal 2008 al 2010 è interprete nella Compagnia Pierlombardo diretta da Susanna Beltrami e nella compagnia Corpi Mobili diretta da Sabrina Camera. Nel 2010 crea, in collaborazione con Stefania Spadoni, la compagnia SplitSides al fine di sperimentare nuove interazioni tra danza e fotografia. Da giugno 2010 entra a far parte del progetto europeo DanceMe debuttando nell’aprile 2011 con En Verlan, performance nata dalla collaborazione con il musicista Giulio Escalona, ospite poi di diversi festival e rassegne in Italia. Nel dicembre 2011 debutta a Milano con Diataraxia noctuidae, coreografia selezionata per Short Time, contest coreografico diretto da Francesco Ventriglia per la compagnia del Maggio Musicale Fiorentino. Dal 2011 è impegnata come interprete nella Compagnia Naturalis Labor diretta da Luciano Padovani a Vicenza e recentemente entra nell’ensamble della compagnia OpificioTrame diretta da Federicapaola Capecchi a Milano.

| | .

I commenti sono chiusi.