Emanuele De Donno e Luca Pucci

AGENZIA “DANCING DAYS”

Progetto e produzione di: viaindustriae
performance di social-dance dal 2009

È un progetto che vede un gruppo di giovani anziani ballare, eseguire coreografie di balli di gruppo su brani di musica elettronica. Tutto si sta articolando come una vera e propria agenzia itinerante in discoteche, locali da ballo, sagre, festival. Da oramai quasi due anni gli autori seguono quotidianamente le lezioni presso una scuola libera della terzà età, ballando con loro e vivendo il ballo. Perchè nelle balere come nei rave party si osserva bene il ballo di gruppo nella sua dimensione più viscerale come movimento libero e necessario come quello dei club. Dopo aver provato e riprovato il gruppo è andato dunque in tournee.  Le performances si sono svolte in differenti contesti: dal Festival dei Due Mondi di Spoleto alla sagra della Patata Rossa di Colfiorito, passando Dancity Festival d imusica elettronica, durante il live-set di Terre Taehmiltz, aka Dj Sprinkles. Ora nel 2011 l’idea di lavoro si baserà su un workshop inclusivo preliminare all’azione performativa. Con la guida di Peppe, Alfredo e Luca Pucci si terrà un mini corso di ballo specifico sull’incontro tra i passi tradizionali del liscio e il ritmo della musica elettronica; per un maggior coinvolgimento, aprendosi a tutti i volontari possibili dancing day dancers: le iscrizioni sono aperte!!

 

Viaindustriae è una associazione culturale che si occupa di linguaggi del contemporaneo, creatività e  nuove forme della comunicazione. L’associazione si fonda su una attività socio-culturale attorno al nucleo di lavoro di un gruppo di artisti, performers, architetti e creativi.
Il collettivo ha sviluppato e sviluppa numerosi progetti artistici che interagiscono con il tessuto sociale in forma di happening e relazione con lo spazio pubblico.
Tra i progetti manufatto in situ laboratorio nel paesaggio Cancelli, workshop-residenza estiva per giovani artisti nel Parco per l’Arte in Cancelli di Foligno (PG) con  i recenti visiting/professor Tania Bruguera e  Kinkaleri. Il progetto propone il territorio come fonte e luogo d’ispirazione sul tema della pratica artistica nel paesaggio. Tra i progetti recenti THIS IS NOT THE END/un balletto di automobili nell’epi/Centro del Mondo di Florian Dombois (D), una performance/happening site-specific, un auto-balletto, una coreografia di automobili adattata alle sonorità della terra, degli epicentri del mondo.  Il laboratorio Derive Urbane / CAMPO nomade  svolto con una serie di eventi concatenati; un workshop sul teatro sociale contemporaneo per una una parata artistica e un laboratorio di design artistico degli apparati mobili di animazione urbana che si convogliano nella coreografia finale di una sfilata carnevalesca.

in scena 18 settembre 2011
| | | | | .

I commenti sono chiusi.