Fabio Crestale

 Al Muro

di e con: Fabio Crestale

Questo lavoro viene concepito da un forte stato d’ animo per poi nascere come coreografia, lo stato d’animo che ho provato nelle esperienze degli incontri di persone diverse. Ogni volta mi regalavano una cosa  intima, segreta, silenziosa, falsa, egoista, timida, felice, sincera … da qui il mio stato d’animo ha cominciato a generare una piccola vita dentro di me.
Il lavoro apre  sviluppando  la ricerca di movimento e contatto fra i due danzatori. Si trovano uniti, disuniti, complici ed estranei in uno spazio e luogo che condividono ma che non riempie  il loro intimo.
Il muro taglia la necessità di comunicazione con loro stessi e l’altro, poiché tale incombente presenza non lascia filtrare alcuna possibilità di relazione. L’ascolto costante e profondo in loro stessi li porterà alla vera ricerca e scoperta dell’altro, la separazione dal muro ne sarà la constatazione reale. “Poi rinunciamo a tremare”.

Fabio Crestale: Balletto di Toscana-Firenze, Ials-Roma, California-Milano. Si è perfezionato nei centri di danza internazionali come Steps e Alvin Ailey Dance Center a New York, Columbus a Zurigo, Laban Center a Londra, CND a Parigi. E’ un ballerino free lance e ha danzato, fra le tante, per la Compagnia Doppio Movimento diretta da Valentina Benedetti,  per la Compagnia Steptext Dance Progject diretta da Helge Letonya, Piccola Compagnia diretta da Raffaele Paganini. Alla  Biennale di Venezia con la coreografia di Richard Siegal (danzatore di William Forsythe). Per L’Opera Garnier di Parigi partecipazione in qualità di figuration danseè in “La Bayadere” coreografia di R. Nureyev e in qualità di danzatore nel “Bolero”  coreografia di M. Bèjart. Ha danzato per la compagnia parigina “Baroque” e allo Staddefrance in “Aida”coreografata da L. Fanon. Partecipa al Festval Exister_10, AnticorpiXL, al teatro “Out Off” di Milano.Vincitore di diversi concorsi internazionali di danza tra cui: Spoleto, Treviso, Firenze, Bologna, Milano, Madrid.

www.ifunamboli.com

in scena 18 settembre 2011

 

| | | | .

I commenti sono chiusi.