Helen Cerina

Dulcis in Pomerio

Di: Helen Cerina
Con: Helen Cerina e Claudia Giordano

Uno spettacolo dai tratti ibridi che mette in scena un’ideale storia dell’urbanistica edificando e distruggendo città di zucchero mentre una danzatrice costruisce il suo movimento accumulando gesti come si accumulano una sull’altra le pietre delle case.

Il percorso è stato la prima azione estetica che ha penetrato territori del caos costruendovi un  nuovo ordine sul quale si è sviluppata l’architettura degli oggetti situati.
F. Careri

Il percorso è ciò che ha cristallizzato gli spazi dello stare nel mare dell’andare è la traiettoria del pensiero che si consolida in gesto e il gesto è una forma. Le forme sono la manifestazione dei principi che le hanno costituite; ogni costruzione, città o danza che sia, è un organismo estetico, un palinsesto, memoria concreta in cui sono riconoscibili i passaggi di generazioni.

La città è fatta di relazioni tra le misure del suo spazio e gli avvenimenti del suo passato.
I. Calvino

 

Helen Cerina si diploma in Cinema d’Animazione all’Istituto d’Arte di Urbino e consegue il BA (Hons) Dance Theatre al Trinity Laban College di Londra. Nel 2007 partecipa come borsista al Dancewebeurope di Vienna, continuando nel 2009 la sua formazione nel Choreoroam, progetto di sviluppo artistico ospitato in varie nazioni. È stata artista residente presso Reiss Arti Performative di Torino e Daghdha Dance Company Ltd a Limerick, Irlanda. Nel 2008 viene selezionata dalla Vetrina della Giovane Danza d’Autore di Ravenna e nel 2010 partecipa al bando Nuove Sensibilità, piattaforma per le nuove creatività, vincendo la produzione dello spettacolo Dulcis in pomerio. Dedita alla disciplina coreografica nelle sue accezioni più ampie, il suo interesse si volge verso tutto ciò che si muove vedendo nel movimento la condizione primaria affinché epifanie possano avvenire. Il suo campo d’azione, che dalla danza sfocia in altre forme di rivelazione, è informato da un forte credo nell’importanza di una consapevolezza ecologica.

in scena 17 settembre 2011
| | | | | .

I commenti sono chiusi.